Home arrow Notizie e Attività
Notizie e Attività
LA TRADIZIONE DELLA TAVOLA ITALIANA IN EUROPA AL SALONE NAZIONALE iL BONTÀ 2019 DI CREMONA PDF Stampa E-mail

ImageCREMONA – Alla sedicesima edizione de il Bontà - Salone delle Eccellenze Enogastronomiche dei Territori, a Cremona-Fiere, l'11 novembre 2019, tutti gli occhi sono stati puntati sulla ristorazione italiana in Patria e in Europa.

L'Evento, ha avuto lo scopo di dimostrare come il talento Italiano in cucina e a tavola non ha rivali per qualità dei prodotti, composizione dei piatti e per la capacità di richiamare e intrecciare le tradizioni locali dei cuochi Italiani anche all’estero. 

L'Evento Cremonese è stato anticipato con serate di Gala e Gemellaggi tra gli Chef Italiani in Patria e all'Estero e la preparazione di menù realizzati a quattro mani.

Gli Chef qui selezionati, sono stati incoronati con il Titolo di “Ambasciatori della Cucina Italiana” presso l’Area Eventi del Padiglione 2 di Cremona-Fiere a Novembre.
Web: 
 www.ilbonta.it/premio-ristoranti-2019/


LA TRADIZIONE DELLA TAVOLA ITALIANA IN EUROPA A “IL BONTÀ” 2019
AMBASCIATORI IN EUROPA

(GEMELLAGGI)


PRIMO GEMELLAGGIO:
Ristorante Villa Borghesi di Cignone (Cremona) e il Ristorante Gude Stub Casa Antica di Dreherstraße  Bühl (Germania).

SECONDO GEMELLAGGIO:
RISTORANTE LA RESCA di Vescovato, Cremona, (Italia) e il Ristorante La Bella Italia di Nizza (Francia).

TERZO GEMELLAGGIO:
Ristorante Al Balurdù di Crema (Italia) e il Ristorante Antonello di Emmendingen (Germania).

QUARTO GEMELLAGGIO:
Ristorante “Aporti-25”, di Cremona (Italia) e il Ristorante Zeffirino (Barcellona)

QUINTO GEMELLAGGIO:
Ristorante Alla Corte dei Bicchi (Italia) e Ristorante Zeffirino (Lisbona)
RISTORANTE ALLA CORTE DEI BICCHI della Famiglia Bicchierai, lo Chef

SESTO GEMELLAGIO:
Ristorante Scolari di San Vito di Casalbuttano, Cremona (Italia) e Ristorante La Perla Graz (Austria)


LA TRADIZIONE DELLA TAVOLA ITALIANA IN EUROPA A “IL BONTÀ” 2019
(AMBASCIATORI IN PATRIA)


RISTORANTE LA LOCANDA di Calvignano (Pavia), lo Chef è Silvia Rossi, con ottima esperienza con la cucina nazionale e territoriale.

RISTORANTE BAZZINI di Canneto Pavese (Pavia), di Mariella Mariotti e Riccardo Rezzani, è un ristorante storico (1938) Propone una cucina della tradizione locale.

RISTORANTE ANTICA CORTE di Cortemaggiore (Piacenza), di Nazzareno Cartechini e Gabriella Casali, è un ristorante storico (1938) specialità di pesce di mare.

RISTORANTE LA BISSOLA di Cremona (Cr), di Ronny Bianchi e Betta Pini, è un ristorante storico. Propone una cucina della tradizione Cremonese, nonché specialità tipiche, i piatti “di una volta”.

RISTORANTE DA ALFONSO di Peschiera del Garda (Vr), di Mosca Alfonso e C., è un ristorante tipico, con cucina di pesce di mare. Propone una cucina della tradizione Italiana, nonché specialità tipiche, i piatti “di cultura salernitana”.

RISTORANTE CANTINA BATTISTI di Vago di Lavagno (Vr), di Luciano e Roberto Battisti, è un ristorante tipico della cucina Veronese. Propone una cucina della tradizione Italiana, nonché specialità tipiche e piatti “al carrello”, Bolliti, Arrosti, Carpacci, Formaggi, con prodotti di qualità e sapori recuperati. 

RISTORANTE LA FILANDA di Asola (Mn), di Andrea Grossi, è un ristorante tipico dell’Alta Cucina Italiana. Propone una cucina di pesce e di carne, molto creativa e di altissimo livello.

RISTORANTE LA ROSA GIALLA di Ripalta Cremasca (Cr), della famiglia Gatti, è un ristorante tipico dell’Alta Cucina Italiana. Propone una cucina di pesce e di carne, molto particolare e di altissimo livello, menzionata dalla stampa nazionale.

LA CORTE DI PALAZZOLO di Palazzolo Sull’Oglio (Bs), della famiglia Chiari è un ristorante tipico dell’Alta Cucina Italiana. Propone una cucina raffinata a base di pesce e di carne di altissimo livello qualitativo e decorativo. E’ luogo di ristorazione di personaggi (Italiani e Esteri), di vario genere, amanti della cucina di alto livello e dell’accoglienza tutta Italiana.

LA BISTEK di Trescore Cremasco (Cr), è un Ristorante a forte tradizione  Lombarda, con particolare attenzione alla cucina del Territorio Cremasco. E’ luogo frequentato da personaggi (Italiani e Esteri), amanti della cucina rurale. 

ANTICA TRATTORIA CATTIVELLI  di Monticelli d’Ongina (Pc), della famiglia Cattivelli, è un ristorante tipico dell’Alta Cucina della Bassa Piacentina. Propone una cucina di pesce di acqua dolce e di carne, molto particolare e di altissimo livello.  E’ luogo frequentato da amatori di questa cucina sia Italiani che Esteri.

-----------------------

REALE BOSELLI - AZ. VITIVINICOLA di Volta Mantovana (Mn), di Massimo Boselli. E’ una Azienda a conduzione familiare ed è collocata in località “Reale”, da cui prende il nome. Propone una serie di vini di altissimo livello e da uve proprie coltivate su terreni Morenici, con grande attenzione alla naturalità della conduzione delle vigne e l’allevamento delle uve.  La Cantina è un gioiello di tecnologia moderna capace di offrire prodotti salubri e tipici del luogo, a difesa del consumatore e dell’ambiente.

ImageImageImage

 
OSTERIA LA BISSOLA DI CREMONA SE LA CERCHI LA TROVI PDF Stampa E-mail

ImageE’ sicuramente un locale storico, non datato, tipico luogo dove ci si incontrava per consumare qualche piatto caldo, oppure ottimi salumi con pane tostato e una tazza di vino rosso, appena usciti dalla chiesetta a fianco, dopo la messa.

Era anche un luogo culturale, sociale, politico, sempre però puro e pulito, frequentato anche di sera e i giorni festivi.

Oggi è un’altra cosa. Dopo la gestione di Claudio Chiodelli, cultore della cucina nostrana, arriva sulla strada enogastronomica, Ronny Bianchi, giovane e intraprendente cuoco, che sin dalla tenera età, forgiatosi con suo padre Dante, rivoluzionò il locale paterno con piatti e vini di alto livello di qualità e si impose nel settore della ristorazione come punto di riferimento della nuova generazione di Cuochi Italiani.

ImageVincitore di diversi concorsi di pregio, luogo d’incontri con importanti capitani d’industria alimentare non solo cremonese, decide di mettersi in proprio affrontando l’avventura a Pieve d’Olmi (ristorante di un centro sportivo) per alcuni anni.

Oggi, anno del signore 2019, Ronny arriva alla Bissola di Cremona, portando con sé il suo carico di entusiasmo, di professionalità e cultura della tavola e della cucina e scombina tutto.

L’architrave del suo lavoro si fonda sulla qualità delle materie prime, la giusta combinazione alimentare dei prodotti, l’equilibrio salutistico dei piatti, piatti della tradizione anche rivisitati, nonché l’ospitalità e la piacevolezza del suo locale.

ImagePerno di questo sodalizio con Ronny è Betta (Elisabetta Pini) la sua compagna di vita e di lavoro, motore di allegria, piacevolezza e professionalità, che illumina il locale.

La cucina si presenta con un menu stagionale, ovvero, culaccia del territorio con carciofi alla romana; bocconcini di merluzzo con salse dello chef; prosciutto di lingua con porro e vinaigrette; Pastuzza,  risotto con gli asparagi e provolone, tortelli di sfoglia al cacao ripieni di brasato (una vera leccornia), marubini in brodo; tortino della Bissola, bollito misto  con verdure e mostarda, controfiletto di manzo con patate al forno, guanciale brasato con polenta di storo, filetto di lucioperca in umido con polenta di storo.

Per finire una magnifica Sbrisolona da provare assolutamente.

Il locale raccoglie immediatamente un grande successo, costringendo la coppia Ronny e Betta di rinforzarsi con un'altro aiuto in cucina, ovvero, con un cuoco di esperienza sia cremonese che siciliana costituendo così un gran bel Trio.

Consiglio!: prenotate sempre.

Indicazioni
OSTERIA LA BISSOLA  (CR)
Via S. L. Bissolati, 121
26100 -  Cremona  CR
Telefono:  0372.808499 - 333.5459807
e-mail: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Chiuso – Mercoledì sera e tutto Giovedì
Referenti: Ronny e Betta

Image

 
RISTORANTE BAZZINI: A TAVOLA NEL VIGNETO OLTREPO PAVESE PDF Stampa E-mail

ImageUn viaggio piacevole e di gran valore enogastronomico quello realizzato al  Ristorante Bazzini, storico locale di Canneto Pavese – in Oltrepo (PV).

Fondato e costruito a loro immagine e somiglianza  dalla famiglia Bazzini già nel 1938, oggi è gestito, dal 2017, da Mariella Mariotti e Riccardo Rezzani, giovani e intraprendenti imprenditori che hanno fatto del loro talento lo strumento per far conoscere piatti e vini della tradizione di Canneto Pavese, incastonato in un ambiente da favola.

ImageL’occasione ci è stata data da Marina Salada e Stefano Piatti di Cremona, titolari della storica Bottega di Cremona, ovvero, dall’Enoteca Emporio Vino e Sapori (Via Milano 12) che a conclusione di un corso di formazione su “cibo e vino in modo consapevole” ci hanno portato in questo magnifico luogo dell’Oltrepo Pavese, mettendo in pratica ciò che si era studiato teoricamente con la realtà contemporanea.

Il Ristorante Bazzini già dall’esterno si è presentato imponente, ma non sfarzoso, elegante ed accogliente, organizzato con più sale e con una veranda estiva, posta in una valle di vigneti e boschi piacevoli e lussureggianti. L’organizzazione della sala e della cucina si è dimostrata perfetta e al massimo della espressione professionale, fornendo e servendo piatti e vini da stupire anche il più preparati clienti gourmet.

ImageLa sala dove noi eravamo ospitati, era arredata in stile “imperiale”, con bicchieri, piatti e posate professionali e ambientata in una struttura luminosa naturale e con un’insieme di suppellettili di antica e moderna composizione.

In apertura del pranzo è stato servito un misto di salumi locali, dalla qualità e piacevolezza indiscussa, accompagnati da un’ottima giardiniera, tutto abbinato con uno spumante metodo classico dell’azienda Ballabio (di Casteggio), vale a dire,  “Farfalla Zero Dosage – Blanc de Noir Sans Annèe - Collection”, Pinot Nero in purezza.

ImageA seguire un piatto storico, tipico del luogo, meritevole di protezione di origine (DE.CO.) non solo per la sua forma, ma anche e soprattutto per la sua composizione e condimento. Stiamo parlando dell’agnolotto grande di Canneto (il cosiddetto Bata Lavar), rigorosamente di produzione propria, secondo tradizione.

Dal peso di circa 40 grammi e dal diametro di 7 centimetri,  che in questa occasione ci è stato servito con ripieno di carne e condito con sugo di brasato, trova la definizione dialettale di Bata Lavar, dovuta alle sue grandi dimensioni (la sua forma è ottenuta con l’utilizzo di un bicchiere) che visto le dimensioni, lo rendono impossibile da mettere in bocca per intero, “batte infatti sulle labbra”.

ImageProposta unica, piacevole, avvolgente, particolare. A questo piatto è stato abbinato uno Spumante Metodo Classico, dell’azienda Ballabio (di Casteggio),  “Farfalla Extra Brut Noir Collection”, sempre da uve di Pinot Nero.

Per chiudere (si fa per dire), ci è stato servito una “tavolozza” di formaggi da latte di pecora, particolari, provenienti da una azienda locale, con propri greggi e laboratorio lattiero caseario. Su questi formaggi è stato abbinato un Pinot Nero Rosé Metodo Classico (Farfalla Rosé Brut), sempre dell’azienda Ballabio di Casteggio, a conclusione della giornata di degustazione di questi Spumanti e della cucina del Ristorante Bazzini.

ImageA tavola era presente anche Mattia Nevelli dell'Azienda Ballabio di Casteggio (Pv), che ha presentato i singoli spumanti con tutte le sue caratteristiche tecniche, organolettiche e sensoriali.

Favoloso il Tiramisù, come dessert e lo Jogurt a cucchiaio con frutti di bosco a conclusione della giornata.

Noi ci ritorneremo in questo ristorante ad assaggiare questa magnifica cucina con l'abbinamento con i grandi vini rossi dell'Oltrepò Pavese e con questi piatti.
Consigliamo di prenotare, sempre.

---------------------------
per maggiori info: RISTORANTE BAZZINI
Via Roma, 11
27044 – Canneto Pavese (PV)
web:
www.ristorantebazzini.com
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Tel: (+39) 0385.88018

Image

 

 
RISTORANTE LA FILANDA: LO STELLATO NON STELLATO E GRAN GOURMET DI ASOLA (MN) PDF Stampa E-mail

ImageRistorante Selezionato da Touring del Gusto per il gemellaggio "La Tradizione della Tavola Italiana in Europa".

Siamo in presenza di un ristorante molto particolare, nato nel 2006, ricavato in una parte dei locali in cui sorgeva ad inizio secolo scorso, la vecchia filanda di Asola per l’allevamento dei bachi da seta.

Splendidamente ristrutturata, al primo piano, con ampio ascensore, ospita uno spazio arredato in stile moderno. Il locale è anche dotato di un ampio terrazzo e può accogliere  nel  periodo estivo, una trentina di commensali, garantendo nell’atrio sottostante, un ampio parcheggio illuminato e sicuro.

E’ il Ristorante “La Filanda” strutturato su due aree comunicati, arredato elegantemente in un ambiente accogliente e luminoso, propone piatti di affermato valore, realizzati con prodotti di altissima qualità, provenienti dai migliori produttori locali, nazionali ed internazionali, creati con maestria dallo staff di cucina. 

ImageOffre, ad esempio, come entrée, polpa di capesanta caramellata, su letto di spinaci e marmellata di pompelmo rosa e timo fresco, oppure cilindro di tartare di filetto di manzo su scaglie di mandorle e mostarda di pere.

Come antipasti di pesce si spazia tra code di gamberi con cuori di carciofo e timo; tartara di gamberi rossi di Sicilia con caviale calvisius; carpaccio di salmone selvaggio leggermente affumicato, con le sue uova e finocchietto selvatico;  Filetto di Merluzzo Islandese al vapore s purea di rapa rossa e maionese alla liquerizia.
Gli antipasti di carne è particolare la Bresaola leggermente affumicata con tabacco toscano e marmellata di mele cotogne artigianale.

Per i primi piatti troviamo le Chicche di patate con crema di scampi e caviale Avruga, i Tortelli di Zucca “Zuccherissima” al burro aromatizzato alla salvia, Riso Vialone Nano Mantovano con mele Golden Delicious.

ImageI secondi piatti spaziano dal tramezzino di orata al forno con Paté di Salmone affumicato; Gamberone alla griglia sgusciato e lardellato al “colonnata” e sesamo; Ventresca di Tonno in demi-cuit  con aria di soia; Foglie di Cappero in salamoia e maionese all’erba cipollina, al Filetto di Manzo con granella di nocciole Piemonte tostate e affumicate.
Piatti particolari vengono serviti nei giorni di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì a pranzo, ossia, piatti unici a base di pesce o di carne, abbinati con verdure cotte e crude, secondo le stagioni.
Altra caratteristica del Ristorante La Filanda, è quello di  proporre piatti da asporto, sempre di altissima qualità.

Il personale di sala è composto da giovani professionisti provenienti da scuole alberghiere del territorio e, in stretta collaborazione con il patron, Andrea Grossi, gestiscono il servizio a tavola. Lo staff della cucina è coadiuvato, istruito, e supervisionato dagli chef Andrea Bergamaschi e Roberto Fizzardi.

ImageUnica nel suo genere, il Ristorante possiede una mini-serra d’interni per la coltivazione, tutto l’anno, di erbe aromatiche e germogli, utilizzati in cucina e a tavola. L’ambiente è totalmente biologico, da coltura “idroponica” e le cialde di allevamento delle piantine sono realizzate con farina di riso.

Arte, cultura e opere di pregio è l’ulteriore caratteristica del Ristorante La Filanda che ospita a cadenza bimestrale, esposizioni di quadri ed altre opere d'arte, prevalentemente provenienti da artisti locali e nazionali.

Ottima la carta dei vini del territorio, nazionali e internazionali con champagne di altissima marca, serviti anche a bicchiere. Oltre 200 etichette Italiane tra metodo Classico, metodo Italiano, vini fermi e passiti di varie regioni e Champagne, arricchiscono l’offerta de “La Filanda” di Asola, in provincia di Mantova.

ImageQui tutto è accogliente, l’ambiente, caldo e piacevole, le persone professionali e cortesi, i piatti vere opere d’arte culinaria che mettono ogni singolo commensale a proprio agio in armonia con l’alta ristorazione.

Nella foto: seduti, al centro, Andrea Grossi titolare e Maitre di sala, a sinistra Andrea Bergamaschi, a destra Roberto Fizzardi alle loro spalle lo staff di sala e cucina. Le due foto successive le due sale comunicanti de La Filanda. A parte, alcuni piatti.

------------------------------------------------------

per ulteriori info: Ristorante La Filanda
Indirizzo: Via Carducci  n. 19 - Comune: Asola - Cap: 46041  Mantova
Contatti - Telefono:  0376720410 - 3474321578
Caratteristiche: Ristorante Gourmet
Chiusura: Lunedì e il sabato a pranzo
Referenti: Andrea Grossi
Consigli: Si raccomanda di prenotare, sempre!

ImageImage

 
VILLA BELUSSI IL RISTORANTE GOURMET ALLE PORTE DI CREMONA PDF Stampa E-mail

ImageRistorante Selezionato da Touring del Gusto per il gemellaggio "La Tradizione della Tavola Italiana in Europa".

E’ Un ristorante accogliente, piacevole, collocato nella campagna cremonese, località Corte dei Cortesi con Cignone, a 15 minuti da Cremona, e offre un’accoglienza avvolgente con la sua struttura stile Liberty  da rimanere incantati.

E’ strutturato su più piani con diverse sale e una taverna calda, luminosa e accogliente come non mai,  dove a pranzo e a cena la cucina offre un’alta qualità dei suoi piatti e prodotti giornalieri.

La squadra di cucina è composta da Chef e Cuochi giovani ma altamente professionali che propongono piatti del territorio cremonese e bresciano e con quella impronta nazionale tipica della cucina mediterranea italiana.

ImageTra gli antipasti spiccano i Salumi nostrani - la Tartare di tonno e zenzero marinato con croccante al sesamo –  la Tartare di manzo ai sette aromi – Charlotte di zucchine e melanzane con raspadura di grana e olio al prezzemolo – Tortino di pasta brisé con ripieno di finocchi e coulis di salva Cremasco; 

I primi piatti si distinguono con i Marubini ai tre brodi – Riso con le verze e pistum – i Ravioli al nero di seppia ripieni di baccalà mantecato con crema di broccoletti e burro fuso –  la Vellutata di cavolfiore con noci di capesante al timo – il Risotto cacio e pepe con speck – le Pappardelle verdi con funghi porcini;

I secondi piatti propongono il Bollito misto - Filetto di branzino con caponatina di verdure e pinoli profumata al basilico – il Filetto di manzo in crosta di mandorle e parmigiano – il Manzo all’olio di Rovato con polenta – il Galletto disossato arrosto su letto di peperoni dolci e mandorle – Arrosti misti – Oca, Anatra, Faraona secondo la tradizione.

ImageLa carta dei dolci si apre con Cheesecake Pavarotti –  il Tortino di nocciole con cuore morbido al cioccolato e vellutata di carote –  Fantasia di frutta gelato – il Tiramisù da tradizione italiana – la Torta Pasqualina e altro.

Nel periodo estivo si può pranzare e cenare nel parco della Villa Belussi ambiente tipico dei giardini all’Italiana, spesso accompagnati da musica dal vivo.

Ottima la carta dei vini regionali, con in primis la Franciacorta, così con vini e spumanti di altre regioni Italiane e gli Champagne di piccole Maison.

Non fatevi impressionare dall’ambiente stupendo di Villa Belussi, qui il rapporto qualità, prezzo è veramente onesto, per tutte le tasche.

L’ambiente è dotato di numerose camere da letto essendo Villa Belussi anche Albergo con camere a vista sul parco e la vicina campagna cremonese.

Per gli amanti del turismo d’arte è possibile visitare Il Santuario della Madonna della Graffignana a San Vito di Casalbuttano, il Castello di Casalbuttano e alcune Cascine Storiche Agricole del Luogo.

Consigliamo di prenotare sempre. Il Ristorante è aperto tutte le sere dal Martedì al Sabato e la Domenica a pranzo.

per info: RISTORANTE VILLA BELUSSI
Via A. De Gasperi 17/19
26020 Corte dè Cortesi con Cignone (Cr)
Telefono: 0372.926003
Web:
www.villabelusssi.it
E-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  

Image

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 100