Home arrow Notizie e Attività arrow DA CREMA O DA CREMONA LA NUOVA EDIZIONE DEL TOURING DEL GUSTO DE IL BONTA’ 2018 INIZIA DAL BALURDU
DA CREMA O DA CREMONA LA NUOVA EDIZIONE DEL TOURING DEL GUSTO DE IL BONTA’ 2018 INIZIA DAL BALURDU PDF Stampa E-mail

ImageAd aprire la sfida, per contendersi il podio de il Bontà, è il Ristorante “Al Balurdù” , vincitore della scorsa edizione con il Tortello Cremasco, che ha accettato la disfida culinaria che si terrà durante tutto il 2018, basata con piatti a base  d’Oca, oppure di Faraona, Pernice o Quaglia, secondo la tradizione locale o il talento dello chef.

Si tratta di proporre alla ristorazione un menu basato su uno o più di questi volatili che, abbinati a vini appropriati, saranno scelti dai commensali (in apposite serate) votando, su una scheda, il piatto e il vino maggiormente preferito per qualità e accoppiamento.

La scelta di questi volatili presenti sulla tavola Italiana (sottolinea Osvaldo Murri, enogastronomo e autore dell’Evento), risale ai tempi dei tempi dove la “caccia” era un necessità naturale per l’alimentazione umana e dove le sue carni, saggiamente trattate e cucinate, garantivano la sussistenza per lungo periodo. ImageE’ l’esempio del salame d’oca, oppure della faraona affumicata, oppure la pernice marinata, e la quaglia in ragò.

Lo scopo in questa edizione del il Bontà 2018 è quello di chiamare la ristorazione a riproporre nei loro locali e nei loro menù questi volatili, secondo la tradizione del territorio e la bravura del cuoco o dello chef, riproponendo la cacciagione come componente nobile dell’alimentazione umana.

Così, venerdì 30 marzo 2018 alle ore 20,00 una cinquantina di commensali e giornalisti, hanno testato i piatti proposti dalla cucina del Balurdù  con questa sequenza:
Salame Cremasco della tradizione;
Risotto con le quaglie; 
L’Oca al forno
ImageLa Faraona ripiena nella trazione Cremasca dei “sabbioni”
a conclusione della serata il sorbetto del Balurdù a base di agrumi.
I vini abbinati sono stati quelli dell’Azienda “Bottega” di Treviso, selezionati per l’occasione da Massimo Mascherpa di Castelleone.
Erano presenti giornalisti di varie testate e il Dottor Piero Zagara, già direttore di Ospitalità Italiana, Ristoranti Italiani nel Mondo.

A conclusione della serata, il piatto più votato, sarà presentato al Bontà il 12 novembre 2018 a Cremona, presso il Padiglione-2 di Cremona Fiere, per confrontarsi con analoghi piatti provenienti dalle altre 13 province, ovvero, Asti, Savona, Alessandria, Milano, Bergamo, Brescia, Verona, Cremona, Mantova, Parma, Piacenza, Lodi, Pavia.

La disfida sarà all’ultima forchetta, ricca di storia, cultura e sapori che si svolgerà presso l’Area “Eventi” dell’Ente Fiera di Cremona.  Qui si potranno assaggiare queste leccornie, appositamente predisposte da 50 chef, per questo particolare evento.

ECCO I VOTI DEI COMMENSALI E DEI GIORNALISTI
VINO VENEDIKA' 7,57
RISOTTO CON LE QUAGLIE 8,50
L'OCA AL FORNO 8,55
FARAONA RIPIENA 7,60

NB. Voti min. 6,50 - max. 10,00

RIEPILOGO
1 posto: OCA AL FORNO voti: 8,55
2 posto: RISOTTO CON LE QUAGLIE voti: 8,50
3 posto: FARAONA RIPIENA voti: 7,60
Vino: VENEDIKA' DOC voti: 7,57

La Trattoria "Al Balurdù" entra a pieni voti 8,55 al Bontà per la premiazione, che si terrà il 12 novembre 2018 a Cremona Fiere.
Il Vino "Venedikà" dell'Azienda "Bottega", il migliore abbinamento.

ImageImage

 
Pros. >