Home arrow Notizie e Attività arrow L’IMMUNOTERAPIA ALIMENTARE
L’IMMUNOTERAPIA ALIMENTARE PDF Stampa E-mail

ImagePremessa. Con l’avvento del coronavirus (COVID-19) crediamo che l’autodifesa umana vada indirizzata non solo con le terapie farmacologiche e vaccinali in somministrazione, così con gli interventi di protezione individuale e sociale (distanziamento tra le persone, igiene delle mani e del corpo, l’uso delle mascherine), ma anche e soprattutto potenziando il nostro sistema immunitario con una appropriata “terapia”.

Il sistema immunitario, è il nostro scudo naturale dalle aggressioni esterne e perciò, va rafforzato con un particolare strategia, ovvero, praticando una sorta di “immunoterapia alimentare anti covid-19”.

Cos'è l'immunoterapia. Molto brevemente, sono quelle azioni tese a rafforzare il nostro sistema immunitario aumentando la protezione del nostro corpo con quanto la natura e la scienza mette a disposizione.

Come tutelarci con “l’immunoterapia alimentare”. Tra i modelli di alimentazione umana, il migliore risultata essere quella mediterranea caratterizzata dal consumo di diverse varietà di verdura e frutta, olio extravergine di oliva come grasso da condimento, cereali e derivati da assumere di qualità prevalentemente integrale, frutta secca e semi, erbe, spezie e aromi, legumi, carne bianca, uova, un consumo moderato di vino rosso e altro.  Particolare attenzione va invece posta al consumo di carni rosse, latticini, carni trasformate, e dolci .
E’ noto come sia importante consumare alcune verdure come broccoli, cavoli, verze, cipolle,porri, aglio, cicoria, tarassaco, topinambur, asparagi ed assumere prodotti fermentati come yogurt,  crauti, aceto di mele, amidi resistenti (ad esempio pasta e riso cotti e successivamente raffreddati), orzo, avena, semi di lino macinati e mele, specie se sono di natura biologica, bio-dinamica ed eco-sostenibile.

Questi modelli alimentari favoriscono l’instaurarsi di una grande biodiversità e di uno stato di equilibrio (eubiosi) tra ceppi batterici, in particolare i bifidobatteri ed i lattobacilli, che hanno effetti inibitori verso gli organismi patogeni.

“L’immunoterapia alimentare” può aiutarci a combattere questo virus e proteggerci meglio con esso, attuando rigidamente il distanziamento tra le persone, l’igiene delle mani e del corpo e l’uso delle mascherine, in attesa che le terapie farmacologiche (anticorpi monoclonali) e vaccinali in somministrazione in questi giorni,  abbiano successo e debellino definitivamente questo pericoloso virus. 

E' un consiglio che arriva da studiosi e ricercatori della materia e che raccogliamo e diffondiamo con piacere.

Image


 

 
< Prec.   Pros. >