Home arrow L'Opinione di Osvaldo Murri arrow AZIENDA IL RONCAL: LA QUALITA' DEI COLLI ORIENTALI DEL FRIULI IN UN BICCHIERE DI VINO
AZIENDA IL RONCAL: LA QUALITA' DEI COLLI ORIENTALI DEL FRIULI IN UN BICCHIERE DI VINO PDF Stampa E-mail

ImageImprovvisamente sul nostro tavolo arrivano sei campioni di vini friulani dell’azienda “IL Roncal” e decidiamo di farli riposare e testarli a tempo debito. Nel frattempo cerchiamo di scoprire chi sono i produttori, da dove provengono questi vini, la loro cultura e filosofia di vita, del vigneto e di cantina.

Così durante il Vinitaly, scopriamo, dal colloquio con alcuni amici produttori Friulani, che Il Roncal è una  tenuta di 20 ettari e, detto da loro, ogni gesto compiuto da questa famiglia, nella vigna come in cantina, è fatto con amore, con grande cura e rigore, nonché talento e professione e con l’orgoglio di proporre al cliente vini che tutelano la salute e l’ambiente.

Si trovano nella zona dei "Colli Orientali del Friuli" e se si arriva da Tarcento a Nimis, da Cividale a Buttrio, da Manzano a Corno di Rosazzo, non si può fare a meno di ammirare la bellezza del paesaggio, dolce e riposante, dove splendidi vigneti fanno da stupenda cornice.

La zona la conosciamo molto bene e abbiamo avuto il piacere di incontrare produttori dal talento estremo. Infatti quella dei "Colli Orientali del Friuli" è una zona impervia e dalla  composizione dei terreni variabili e, l'influenza del clima, consente una vasta gamma di varietà di vitigni, tutti integrati tra loro, e con un'armonia e forza di toni e di accenti,  tipici della viticoltura friulana, a volte anche eroica.

ImageCi dicono che la loro nuova cantina è posizionata sul colle di Montebello, dove gli eredi eseguono ed interpretano il pensiero del suo fondatore (Roberto Zorzettig) nei minimi dettagli con professione e passione.

La vinificazione avviene secondo i metodi tradizionali, ma con il controllo delle temperature dei mosti e dei vini, direttamente nelle cantine dell'azienda. Anche qui, tradizione e modernità convivono. E così accanto alle lucide e fredde vasche d'acciaio, si trovano le profumate botticelle di rovere, dove i vini maturano e gli aromi si completano. Ci dicono che la cantina ha appositi locali tra cui uno interrato per la maturazione e l'affinamento dei vini in legno: barriques, tonneaux e botti da 25 hl., con controllo di temperatura ed umidità. Un’altro locale ingegnosamente ventilato,  per l'appassimento delle uve,  ed un locale adibito a mostra e degustazione, nella torre, con piacevole veduta sui vigneti circostanti.

Inoltre, ci viene detto, che sul colle di Montebello, nel dolce paesaggio dei Colli Orientali del Friuli,  il Roncal, ha un elegante Agriturismo dotato di sette confortevoli camere che portano il nome dei più apprezzati vitigni autoctoni friulani: Schioppettino, Pignolo e Refosco al primo piano, Ribolla Gialla, Tocai friulano, Verduzzo Friulano e Picolit al secondo piano.

Come si può capire abbiamo conosciuto abbastanza di questa Azienda, però testardi come siamo, ci promettiamo di fare un salto in Friuli e conoscere da vicino queste persone; nel frattempo testiamo e valutiamo i campioni fornitoci e a breve, ci risentiamo.

ImageIL RONCAL: CIVON Doc 2007 L. A12 DOC Colli Orientali del Friuli

Testiamo il primo campione di vino proveniente da uve a bacca rossa, ovvero, il "Civon": Nome storico, risalente a quando nel Cividalese si coltivava un'uva molto tipica chiamata  "Cividina" dalla quale si produceva un vino (che non si beveva giovane) dal nome conservato ancora oggi: "CIVON". Nell'era moderna Civon è composto da uve .Cabernet Franc 20% + Schioppettino 40% + Refosco Friulano (peduncolo rosso) 40%., sosta 15 mesi in barrique, poi 5 mesi in acciaio e poi ancora almeno 3 mesi in bottiglia, ha un tenore alcolico di 13,50. E' un garnde blend Italiano e lo descriviamo così:
Occhio
(Vista): è un vino con cinque anni ed è molto integro già con i suoi colori rosso e violaceo nedio intenso. Micro ossidazione, buona scultura gligerica sul disco vinoso, limpido e pulito anche nelle cromature, brillante, segni tutti questi dell'ottimo lavoro in campagna e poi in cantina;
Naso (Olfatto): è esplosivo, già alla stappatura della bottiglia, tanto è vero che emergono dal bicchiere le note aromatiche e speziate che agguantano il naso con forza e con profumi, intensi e lunghi e che sembrano non abbandonarti mai; Le note del cabernet franc sono evidenti, così a seguire quelle del refosco e poi lo schioppetino;
Bocca (Gusto): pieno, massivo, di grande potenza emerge per prima la nota fruttata di lampone e poi a seguire quelle delle more, ribes e del mirtillo. Buona la sua pulizia enologica, così l'equilibrio dei suoi composti, ottima la consistenza del frutto.

Conclusioni; Ottima la consistenza, buonissimo l'equilibrio e la sua integrità e evidenziano i tre parametri di qualità posseduti da questo vino, che lo abbiamo abbinato con diversi piatti a base di carni rosse, cacciagione, volatili e di formaggi pregiati come il Grana Padano, il "Sovrano", a base di latte di bufala della valpadana e formaggi locali e simili.

ImageIL RONCAL: SCHIOPPETTINO Doc 2009 L. A. 11 DOC Colli Orientali del Friuli

Testiamo il secondo campione di vino proveniente da uve a bacca rossa, ovvero lo Schioppettino Doc 2009 L. A. 11 DOC - Colli Orientali del Friuli, da uve autoctone friulane, sosta per sei mesi in barrique e poi ancora 3 mesi in bottiglia, ha un tenore alcolico di 13,50. Ottimo vino rosso che descriviamo così:
Occhio
(Vista): la sua identità la dimostra subito con un ottimo colore rosso rubino con cromatura violacea intensa e sfumature di chinoso scuro, segni questi lasciati da una vendemmia tardiva ed un'ottima macerazione delle uve. Struttura del vino limpida, pulita, integra e un disco glicerico ottimo, da lasciare il segno sulle pareti del bicchiere. Colori intatti, nessun segno di stanchezza del prodotto o di ossidazione, segni questi di una accurata pulizia di vigna e di cantina e accurata conservazione del prodotto in cantina.
Naso (Olfatto): subito sensazioni quasi neutre, ma all'evolversi della temperatura nel bicchiere un bouquet di frutti rossi e  floreali dirompono nel naso con prepotenza. Nessuon odore improprio dell'uva esce dal bicchiere, nulla che punge l'olfatto, o odori da dimenticare.
Bocca (Gusto): già al primo sorso si fa notare per la sua caratteristica vinosa, ma, man mano che il prodotto si adagia nel bicchiere, esplodono le note di piacevolezza di frutti di bosco come il lampone e il mirtillo e dalla sua ottima spalla acida che tipicizza questo "Schioppettino del Roncal".

Conclusioni; vino dall'Ottima consistenza, buona acidità finale e forte pulizia enologica. Lo abbiamo abbinato con diversi piatti a base di carni rosse e selvaggina e chiuso la valutazione con formaggi stagionati d'alpeggio.

ImageIL RONCAL: REFOSCO DAL PEDUNCOLO ROSSO Doc 2009 L. A. 11 DOC Colli Orientali del Friuli

Testiamo il terzo e ultimo campione di vino proveniente da uve a bacca rossa, ovvero il Refosco dal peduncolo rosso -  Doc 2009 L. A. 11 DOC - Colli Orientali del Friuli, da uve autoctone friulane,  Le uve diraspate e pigiate vengono sottoposte a macerazione sulle bucce per 15 giorni e fermentazione a temperatura controllata. Con pressatura soffice avviene la separazione del mosto dalle bucce seguita da una decantazione naturale. La metà del prodotto rimane in botti di legno da 25 hl. per 5 mesi. Si effettua l'assemblaggio in vasca d'acciaio e l'imbottigliamento a fine giugno. Ottimo e particolare vino rosso che descriviamo così:

Occhio (Vista): la sua struttura corporea  la dimostra subito con un ottimo colore rosso rubino con cromatura violacea e sfumature di vino giovane, tipico di una vendemmia un'ottima, e corretta macerazione delle uve.  Struttura del vino, pulita, limpida, integra e un disco glicerico ottimo, da lasciare il segno sulle pareti del bicchiere.  Colori intatti, nessun segno di ossidazione,  risultato di una accurata pulizia di vigna e di cantina e accurata conservazione del prodotto in cantina.
Naso (Olfatto): subito sensazioni vinose, che all'evolversi della temperatura nel bicchiere una sensazione di frutti rossi dirompono nel naso con prepotenza,  e nel finale  un piacevole profumo di carruba completa l’olfatto. Nessuno odore improprio dell'uva esce dal bicchiere, nulla che punge l'olfatto, così odori da dimenticare.
Bocca (Gusto): la sua caratteristica friulana è evidente, ovvero, uva matura, lieve tannicità, sensazione di mandorla dolce e, mano che il prodotto si apre nel bicchiere, emergono le note di frutti di bosco come la mora e il mirtillo selvatico che tipicizza il "Refosco del Roncal".

Conclusioni; vino di buona consistenza, buona acidità, forte integrità e piacevole in tutte le occasioni. Lo abbiamo abbinato con diversi piatti a base di carni grasse e chiuso la valutazione con formaggi di latteria Lodigiana. Un solo commento: per noi, questi vini, sono da non perdere!.

Nota Breve: nella ribrica "I Migliori Vini bianchi d'Italia", trovate la nostra valutazione su altri vini dell'Azienda Il Roncal.

-----------------------------------------  

per maggiori Info: Azienda Agricola IL RONCAL
33043 Cividale del Friuli - Udine - Italia
Via Fornalis, 148 Loc Montebello
Tel +39 0432 730138
Fax +39 0432 701984
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
web: www.ilroncal.it 

 
< Prec.   Pros. >